Concluso il progetto “Mani e Radici” finanziato dalla Tavola Valdese con l’Otto per mille

Grazie, Tavola Valdese. Grazie, amiche/i dell’Ufficio OPM.

Come ben sapete, abbiamo dovuto superare tante difficoltà per realizzare il progetto (intitolato come questo sito) “Mani e Radici” – che ha beneficiato del vostro finanziamento – ma ce l’abbiamo fatta.

La cucina sociale – che abbiamo voluto dedicare alla memoria di Francesco Paolo Pipitone, vittima innocente della mafia – sarà inaugurata il prossimo mese di febbraio, in occasione della “Festa della Ripartenza” di MandarinArte, ripristinato dopo la vandalizzazione subita durante l’occupazione abusiva del dicembre 2017, anche grazie ad un finanziamento concesso dalla Fondazione con il Sud all’Associazione Acunamatata con cui collaboriamo nella gestione del bene confiscato alla mafia in cui il progetto MandarinArte è diventato realtà.

La  nuova cucina ci sarà di grande supporto: per le autoproduzioni nostre e del territorio,  per la migliore accoglienza dei gruppi ospitati, che speriamo sempre più numerosi, per attivare corsi di educazione alimentare e quant’altro saremo capaci di pensare. E, ancora, con il vostro finanziamento abbiamo potuto dotarci di un mezzo che ci sarà di grande utilità per il trasporto di persone e cose.

Insomma, abbiamo concluso, crediamo con successo, un progetto che apre nuove prospettive per la nostra organizzazione, aiutandoci anche a valorizzare l’uso sociale di un bene confiscato alla mafia: un mandarineto ubicato nella Borgata palermitana di Ciaculli.

Ma non finisce qui. Ancora con il vostro sostegno siamo già impegnati in un altro progetto da voi ammesso a finanziamento: la realizzazione di un’aula multimediale nella nostra sede, anch’essa un bene confiscato alla mafia, dov’è operativo il nostro Sportello antiracket e antiusura. Ma questa è un’altra storia…

Grazie ancora.

Solidaria